Gli atellani Casolino, Cancellara e Sarli vincono nelle gare di tiro a Monticchio Bagni

27 Giu2018

Una nuova vittoria per la squadra di casa nel campo di tiro di Monticchio Bagni, per la prima gara organizzata dal Centro Sportivo Educativo Nazionale regione Basilicata.

La gara si basava sulle specialità di tiro con pistola e carabina e prevedeva tre discipline diverse: armi corte bifilare calibro 9 da 15 colpi e monofilari calibro 45 Acp da 15 colpi sulla distanza di 15 metri, carabina con ottica a 100 metri in appoggio su palo fisso con 9 colpi a disposizione. Hanno partecipato alla gara 20 tiratori provenienti sia dai campi affiliati CSEN della regione Basilicata che delle regioni Puglia e Campania.

Il campo di tiro Monticchio di Bagni guidato da Riccardo Cerqua, oggi campo certificato CSEN, all’esordio in queste specialità ha registrato una grande vittoria capitanata da Giuseppe Casolino già campione europeo di tiro di campagna e componente della nazionale italiana della stessa disciplina. Sulle tre gare in campo Casolino ha conseguito il primo posto sia con la pistola monofilare calibro 45ACP con un punteggio di 140 su 150 che nella carabina con ottica a 100 metri con un punteggio di 81 su 90. Inoltre il campione europeo ha riportato la vittoria anche nella quarta graduatoria premiata data dal cumulo del punteggio tra pistola e carabina riportando 221 su 240.

La vittoria nella specialità con la pistola bifilare calibro 9 è andata invece a Sandro Dimaggio membro della delegazione pugliese che con un punteggio di 125 su 150 ha superato di un punto Casolino fermo a 154 punti.

“Siamo molto soddisfatti dell’andamento della gara in queste nuove discipline organizzate dal CSEN Basilicata - hanno sottolineato i componenti della squadra lucana composta da Giuseppe Casolino, Rocco Cancellara e Donato Sarli insieme al presidente del campo Riccardo Cerqua - e siamo molto grati al presidente regionale Sandrino Caffaro per aver scelto il nostro campo di tiro quale sede di questa importante competizione, con l’auspicio di poterci rivedere a settembre per l’organizzazione qui a Monticchio della gara nazionale CSEN”.

Ricordiamo che il Centro Educativo Nazionale opera in tutta Italia perseguendo uno scopo promozionale e di propaganda sportiva di alto valore sociale e collabora con il Coni, il comitato sportivo Paralimpico e le federazioni sportive, con la scuola, con le regioni e gli enti locali, con le forze sociali e politiche e con le libere associazioni di altri Paesi.

Fonte: tg7basilicata.blogspot.com

Categorie: 
Condividi: