L’eolico in Basilicata nelle mani della mafia siciliana: sequestrati 2 impianti

POTENZA - Sconfina in Basilicata un’operazione della Dia di Caltanissetta che ha sequestrato beni per 2,5 milioni di euro all’imprenditore ortofrutticolo Santo Valenti, 57 anni, di Gela, ritenuto contiguo al clan mafioso Rinzivillo, facente capo a Cosa nostra gelese. Pare che Valenti - sottoposto al

Condividi: